PIANGERE


Non si piange solo con gli occhi
Non si piange solo con gli occhi

Immaginando un viso senza più paure
Senza più espressione
più non si riflette, c’è ma non esiste
Immaginando quindi, solo la realtà, di chi, più non si accetta
Ma esiste ed è la vita, di un corpo che cammina

Piangere di niente Lacrime pesanti
Figlie di un disagio che hai dentro solo tu
Piangere di niente
Lacrime di piombo, liquido che Pesa
Pesa ora sul cuore
Fino ad appiattirlo renderlo insensibile senza più un perché

fingi anche Il risveglio
carezza di uno sguardo, cerco il tuo sorriso
sfioro la tua mano, Mentre fingo, ma vorrei
Risvegliarmi ancora in te, ma te qui non ci sei,
ed io non sono in te
Ma no, non ho paura
Il nulla non ne ha
il nulla non lo vedi, ma e’ lui che vede te

Piangere di niente Lacrime pesanti
Figlie di un disagio che hai dentro solo tu
Piangere di niente
Lacrime di piombo liquido che Pesa
Pesa ora sul cuore
Fino ad appiattirlo renderlo insensibile senza più un perché

Immagino il domani, vedo osservo bene
comprendo dal passato che il nulla non son io
Il nulla e’ chi le lacrime ha bevuto, credendo fosse liquido d’amore
Trofeo, da ridere e mostrare
E il cuore sereno calpestare, il nulla non son io

E piango la mia gioia di capirlo
Piango il sorriso che ritrovo
Piango mentre vedo e lo riprovo
Il viso che credevo un giorno perso ..
Ora mi rivedo
ora ancora esisto sono più, di un corpo Che cammina
Piango e assaporo la realtà

Piangi ora che il nulla e’ …..perché sei tu

Annunci

3 pensieri su “PIANGERE”

I commenti sono chiusi.