DARTI CIÒ CHE HO


Il vuoto di un barattolo sottile
Lo spessore, ha dato il suo confine
Gonfio d’aria e gelo, come il nulla
Ma l’esterno e’ bello ed attraente

Ora guarda, io, son solo un cesto
Non ho immagini, ne loghi appariscenti
Ma son vero, vedi ciò che ho dentro
E vorrei…. Vorrei

Vorrei darti, ciò che non ho
Davve ero
Il sorriso del mare
Con il gelo del sole
ritrovare il calore, ora perso per te.

Vedi quello che ho dentro
Non è aria o lamento
Sono quello che vedi
Mentre do ai miei pensieri
Forma e aspetto distratto
Da qualunque dolore
Ritrovare il tuo senso
Ciò che provo e non penso
Vorrei si io vorrei

Vorrei darti, ciò che non ho
Davve ero
Il sorriso del mare
Con il gelo del sole
ritrovare il calore, ora perso per te.

Ora Abbraccio l’infinito,
Un pensiero tradito,
io ti prendo le labbra e le fondo alle mie
Tu mi vedi e ci sono
Sono il tuo vero e sono
Sono il mare tuo sempre
Con tempeste perfette
Dentro al sole ci sono
Sono l’attimo e volo
Nella rotta che ho perso
Ora…
Prendimi, tu
Sono tuo…prendimi
Scaldami tu…con te.

Annunci

Un pensiero su “DARTI CIÒ CHE HO”

I commenti sono chiusi.