Quello che ti dicono…


Nei miei ricordi, quando mi soffermo a pensare a ciò che ero, quello che ho fatto, i cambiamenti inevitabili, dovuti al tempo e si spera, alla maturazione fisiologica (detta volgarmente: “stai invecchiando”), mentre penso a queste cose, rivivo momenti felici e tristi, parole dette e frasi che hanno segnato in profondità ciò che ora sono.

Ricordo ancora, quando dopo le scuole “dell’obbligo”, venni etichettato in maniera superficiale e sommaria, come uno che nella vita non avrebbe mai combinato nulla. Troppo sognatore, la testa sempre nel mio mondo! “Cosa ti piacerebbe fare?” Mi chiesero… Io timido ma sincero, “voglio imparare a suonare per scrivere musica e parole”….. Ricordo ancora la faccia del mio professore di musica e la professoressa di italiano, una di quelle facce che dicono tutto senza pronunciare parole… “Hai pensato ad un istituto tecnico? Per imparare un mestiere?”. Già per la musica non ero “portato” e secondo loro non ero abbastanza artista da saper scrivere. “Io ti dico di fare così…” Fu la conclusione.
Risultato? Interruppi gli studi, non avendo possibilità economiche imparai da solo a suonare, anche a scrivere….forse non sarò un gran che……

MA “QUELLO CHE DEVO FARE…..LO DECIDONO I MIEI SOGNI”

Pier

Annunci

10 pensieri su “Quello che ti dicono…”

  1. succede ancora oggi che i professori o i genitori rompano i sogni dei propri ragazzi……. spero di non aver rotto e di non rompere mai quelli dei miei figli…..

I commenti sono chiusi.