SEI PROPRIO TU

20130712-163704.jpg

Ho da tempo pensato all’amore,
Cercato in ogni occasione,
Vissuto del tempo d’inerzia,
Provato sconfitte ora mie.
Cercato senza capire,chi era
E chi già esisteva
Insieme in me risedeva,
Edera che mi avvolgeva..

Sei proprio tu,Un sogno reale
Qualcosa che vedo,E ora posso abbracciare
Sei proprio tu
Pensiero stupendo,Mi prende la mano
mi porta con se
Mi culla il cuore, che insonnia soffriva
Lo culla, lo cura, non fa paura

La luna che culla tra le braccia,
maree che Attrae con potenza,
Potenza dell’amore,luce che ti attre,
Mi lascio ora cullare, Da un dolcile pensiero,
Io ora lo assaporo,lo sento
Ed È mio,ora parte di me

Sei proprio tu
Un sogno reale
Qualcosa che sento
E voglio abbracciare
Sei proprio tu
sogno consapevole
Immagino realtà, che ora trovo qui
Ma no, non è sognare
E’ un desiderare,che parte dal mio cuore,
E Arriva con il tuo

Sei proprio tu,Un sogno reale,
Qualcosa che vedo E ora voglio abbracciare,
Voglio legare con funi sincere,
Voglio tenere
Qui stretto forte,
legato al mio petto,
legato a me..

Sei proprio tu
Con occhi nei miei,
Ti fermi al mio animo, guardandomi dentro,
mi fai sperare
Che sei proprio tu
La realtà di un sogno, da tanto sognato
Pensiero stupendo
Che abbraccio
mi prendo
Ed e’ parte di me

Annunci

IDEE SPIACCICATE

Un giorno un’idea disse al cervello:

“Certo che tu, te ne stai li, Pacifico e tranquillo, mentre io devo viaggiare, farmi conoscere, spiegare le mie ragioni, mentre poi tu ti prendi il merito di tutto! Basta !!!!! È ora di finirla! Voglio la mia libertà!”

Così il cervello, un po’ confuso dal ragionare strano, ma pur sempre vero, d’altronde le idee devo essere libere, rispose con grande dispiacere:

“Mi spiace tanto tu ti senta imprigionata e vittima di me. Non avevo considerato il tuo bisogno di libertà, il desiderio di evadere, creandoti una tua identità. Hai ragione! Mi prendo meriti che non sono miei, l’idea sei tu! Vai, sei libera.”

Così l’idea con un gran balzo salto fuori dal cervello, per ritrovarsi però presto spiaccicata a terra, con gravi traumi e prossima alla morte…
Così il cervello la guardò. Un po’ dispiaciuto, ma sereno disse:

“Eri una buona idea. Ma hai pensato di poter essere indipendente da colui che ti ha dato la vita. Un’idea senza una bocca, senza due mani, senza i piedi, senza il cuore, senza un cervello….è solo una buona idea, spiaccicata sul pavimento”.

Già in fondo è vero. Possiamo essere dei gran geni, ma senza gli altri, siamo solo idee spiaccicate sul pavimento.
Ci rendiamo conto realmente di questo, quando gli altri ci lasciano cadere!

20130712-124706.jpg

LACRIME DI PIANTO ADDOSSO

Era,
solo un momento
Quello perso
Di un giorno, solo un’istante
Eri lì, che parlavi.
Era dolce il profumo
Io lo porto ancora dentro
Non ci credo e già lo sento
Lo sento, ma non ci sei

Ho lacrime di pianto addosso
E se non vedo io già ti sento
Sei con me, io non ti lascio
Sei la donna che ha fatto me..

L’amore, non lascia vuoti
Perché e’, rimane in noi
Non è un barattolo aperto e usato,
Lui Non ha vuoti da consegnare.
Tu mi hai dato la vita i sogni
Mi hai cresciuto con i tuoi baci
Io la forza, no non la perdo
Perché sei, ho sempre te..

Ho lacrime di pianto dentro
Non ti vedo mentre ti sento
Sei con me, io non ti lascio
Sei la donna che vive in me!!

Ora piango al tuo ricordo
Perché so che rivedrò
Solo nei sogni, nei miei ricordi
Quell’espressione che tanto amavo
Tu sei partita, era un momento
Uno di quelli che non ti aspetti
Ma e’ un minuto che cambia tutto
Ed ora piango…ti voglio qui

Ho lacrime di pianto dentro
Non ti vedo ma già ti sento
Sei come fiume in questi occhi,
Sei la donna che ha fatto me..

Ora amore,
mio gran tesoro
So che soffri, ma non temere
Io non sono così distante
E da te non sparirò,
Io sono il sogno, il tuo ricordo,
Quella foto che mai,
sbiadire vedrai..
Guarda bene dentro lo sguardo
Io ti guardo, restando li…

20130712-102516.jpg