LACRIME DI PIANTO ADDOSSO


Era,
solo un momento
Quello perso
Di un giorno, solo un’istante
Eri lì, che parlavi.
Era dolce il profumo
Io lo porto ancora dentro
Non ci credo e già lo sento
Lo sento, ma non ci sei

Ho lacrime di pianto addosso
E se non vedo io già ti sento
Sei con me, io non ti lascio
Sei la donna che ha fatto me..

L’amore, non lascia vuoti
Perché e’, rimane in noi
Non è un barattolo aperto e usato,
Lui Non ha vuoti da consegnare.
Tu mi hai dato la vita i sogni
Mi hai cresciuto con i tuoi baci
Io la forza, no non la perdo
Perché sei, ho sempre te..

Ho lacrime di pianto dentro
Non ti vedo mentre ti sento
Sei con me, io non ti lascio
Sei la donna che vive in me!!

Ora piango al tuo ricordo
Perché so che rivedrò
Solo nei sogni, nei miei ricordi
Quell’espressione che tanto amavo
Tu sei partita, era un momento
Uno di quelli che non ti aspetti
Ma e’ un minuto che cambia tutto
Ed ora piango…ti voglio qui

Ho lacrime di pianto dentro
Non ti vedo ma già ti sento
Sei come fiume in questi occhi,
Sei la donna che ha fatto me..

Ora amore,
mio gran tesoro
So che soffri, ma non temere
Io non sono così distante
E da te non sparirò,
Io sono il sogno, il tuo ricordo,
Quella foto che mai,
sbiadire vedrai..
Guarda bene dentro lo sguardo
Io ti guardo, restando li…

20130712-102516.jpg

Annunci

8 pensieri su “LACRIME DI PIANTO ADDOSSO”

  1. E apprezzo grandemente!!! Si lo so, è uno scritto di impulso. Poi lo rimaneggio un po’. Grazie! I suggerimenti sono graditissimi! È così che si cresce!

    Ho davvero apprezzato tanto! 😄😄

  2. Grazie… Però se vuoi anche comporre la musica devi cambiare qualche rima, non è molto musicale così com’è adesso. Prova a rileggerla cantandola, soprattutto nel secondo ritornello “lascio” e “passato” non legano. Non è una critica ma, al massimo, un suggerimento…
    Ciao.

  3. La foto è molto bella ma anche la poesia mi è piaciuta molto, sembra una canzone in cui si ripete un ritornello e poi quando si parla della mamma. .. la mamma è sempre la mamma.

I commenti sono chiusi.