Fotografia

Quando leggi una storia tua…
By Antonio Tomarchio

Antonio Tomarchio

Fotografia
Ti ho trovata in un cassetto,
in una foto stropicciata,
sbiadita dal tempo,
eri come ti ricordo,
un triste sorriso
stampato sul viso,
quegli occhi dipinti
da un pittore un po’ pazzo,
troppo grandi, troppo verdi
per i tuoi quindici anni,
quel vestito sporcato
rotolando sull’erba
tra i sospiri di un amore
fatto troppo in fretta
per il timore d’esser visti,
un amore che sembrava senza fine,
che è finito per caso,
così com’era iniziato,
senza una parola,
senza una lacrima,
con una fotografia
abbandonata in un cassetto
tra vecchi ricordi,
tra tanti rimpianti,
per quei momenti
perduti per sempre.

View original post

LATTE SCADUTO

Se
Cos’è poi quel tuo essere
Si
Stanchezza ed è malessere
Eppure questa vita
Ci sorrideva ancora
Stesi su di un cielo
Terso nell’aurora
Ma tutte quelle stelle
Il mattino ha già ingoiato
Eri latte fresco
Ora sei cagliato..

Pensavo fossi tu
l’amore,
invece sei scaduto, latte già versato
su cui altri ancora
avevano già provato
L’acido che lascia
L’essere lasciato..
pianto senza un se…
Piango, ma poi, perché?

Così non è rimorso
Per quello che c’è stato
Plastica un po asettica
Di cuore calcolato
Misure sempre giuste
Calibro nei baci
Sempre solo quelli
Quelli già aspettati…

*
Adesso steso al cielo
Riguardo quelle stelle
Mi appaiono migliori
Forse son più belle
Tutto pare vero
Nulla è più per gioco
Nulla, neanche la vita,
Solo, soltanto tu..

20130926-161358.jpg

UN FIGLIO…PARTE DI TE, PER SEMPRE!

Ci sono lacrime
Versate in quel pianto
Quello di chi ha donato la vita
Vita donata ma persa di colpo
Come un boato nel cielo d’autunno
Non serve forza
Nemmeno un amico
Quando ti senti strappare così
Parte di un’anima, non solo un corpo
Ciò che ha vissuto è stato in te..

Dolci ricordi, belli i sorrisi
I primi passi
I giochi, gli studi
Quell’emozione che vive e risiede
Quando una voce ti chiama per nome
Occhi negli occhi, la notte ed il giorno
Quando ai tuoi seni dissetavi la vita
Solo un ricordo
Solo memoria
Tutto è passato, un attimo, si
Ma quelle lacrime, grande dolore
Se pensi bene, ascolti il tuo cuore,
Sono qualcosa che ti porti dentro
Vita che vive,
Ricordo indelebile
Vita presente, per sempre in te..

RIMANI LÌ

Con Fogli bianchi
Tra righe sole
Di questa vita
Una persona
Poi ti ritrovi, a mendicare
Quasi per gioco anche a pregare
E lì che trovi o ci ritrovi inchiostro amaro, caramellato
Sono parole
Gettate a caso
Parole fini, che non capisci
Sono parole, scritte per caso
Pensieri soli già chiusi li..
Chiusi in un guscio
Vorrei aprire, vorrei capire
Ma scorre inchiostro
È trasparente
Come per certo tutto ciò che ho in mente..
Gettare sabbia
Dritta negli occhi
Per fare lacrime
Ma non rimorsi
Son valli buie, deserti enormi
I complimenti
Applausi sordi
Fatti per caso
Per dare forma
A cerchi rotti
Dischi rigati
Sempre lo stesso
Sempre lo stesso
Il graffio arriva
Saltando li…
Sono parole
Gettate a caso
Pensate poco, buttate lì
Sono parole
Invento il gioco
Ti pare poco…
Si certo….
Infatti
rimani lì.

Pier