BUONGIORNO TRA L’ASFALTO 🎶 (ciò che intendo per RAP)


20130907-091825.jpg

Strade tutti intorno
Deserti di passaggio
Tra anime in delirio
Risate che non sento
È notte e splende il sole
È notte di dolore
Dolore di quel giorno
Buongiorno maledetto
È …

È buongiorno tra l’asfalto
Mescolato con il sangue
di città presto morente
Di un cervello delirante
Dell’acido che trovo
Regalo che volevo
Mi tuffo nell’asfalto
È notte
Notte eh…
Veloce corre il tuono
Un lampo senti in cuore
È il tempo che ti scorre
Lo senti tra le vene
Di asfalto misto a sangue
Di acido sul viso
Che solchi ti disegna
Che maschera il tuo viso

Buongiorno tra l’asfalto
di un cielo ormai morente
Di voli in un bicchiere
Di ghiaccio tra le pieghe
Carni già svendute
Macello ch’è legale
Taglia a pezzi fini
Ciò che poi rovini
Rovini in un momento
E poi hai sete ancora
Bongiorno tra l’asfalto
Di sabbia nella gola

Strade tutti intorno
Deserti di passaggio
Ti toccano
Ti spingono
Ma resti sempre tu
Ne ha cerotti il cuore
Di cuciture fresche
Di asfalto misto a sangue
Di lacrime perverse
Di lacrime
Che ho perse
Di lacrime
Di sangue.

Pier

Annunci

18 pensieri su “BUONGIORNO TRA L’ASFALTO 🎶 (ciò che intendo per RAP)”

  1. Ti ringrazio davvero! Detto da te, che scrivi in maniera davvero speciale un complimento graditissimo!

    Buon inizio settimana!
    Pier

  2. Ritmo di strada che produce libertà di espressione senza condizionamenti
    Tu, con queste sentite parole, lo hai fatto
    Grazie, Pier
    Bravissimo
    Abbraccione
    Mistral

  3. Però così mi fate commuovere eh….😪😪😅

    Grazie di cuore… Ci proverò…ad essere forte davvero!

    😉
    Pier
    Abbraccio entrambe!!

  4. Mi hai incantato tu con questo commento!
    Mi hai regalato una tua perla!
    Grazie di tutto cuore…
    Buona domenica!
    Pier 😄

  5. L’asfalto rende tutto un immane deserto, anche la poesia.
    Eppure proprio tra le pieghe dell’asfalto ho visto nascere un filo d’erba e infine un fiore. Ho visto il sole scaldare la nera pece e la bianca neve depositarsi a coprir le rughe.
    Ho visto sorgere un nuovo giorno dopo una lunga notte di dolore, notte di sete e sangue.
    Ed ho sperato che tutte le lacrime servissero a rendere l’asfalto lucido, un’immensa lavagna di ardesia sulla quale scrivere parole vere. Parole nuove.
    E tra le parole quel tuo “buongiorno” vale più di un fiore …. anche se è nero. 🙂
    Bravo Pier ci incanti sempre! 😉

  6. Silvia, Silvia…..😉

    Tanto poi non l’ascolta quasi nessuno…nel rap conta il ritmo, non lo musica.
    Prometto (sto facendo) che posterò una canzone, 🎶 compresa.

    Pier

I commenti sono chiusi.