“TRATTENGO IL FIATO” di EMMA MARRONE


trattengo il fiato il video

20140211-104018.jpg

“Un teatro antico, la sua storia, il profumo di un tormento. Polvere del tempo, nei passi di un silenzio, di un’addio che vorrebbe poi tornare.”

Queste le parole che ho pensato nel vedere un video, ben fatto, ben studiato, anche in questo caso, come già avvenuto per altri video di Emma Marrone, denso e ricco di significato e particolari da leggere con grande attenzione.
La leggerezza di una piuma, che sfiora la pelle, immagine che ricollega un’altro video che a me aveva particolarmente emozionato, più (forse) della canzone in se “L’amore non mi basta”. Gesti che ritrovi in altri video di “Schiena”, che raccontano un disco.
È il progetto “SCHIENA” che sorprende.
I video così come le canzoni, hanno un’anima che unisce. Una catena che tiene legati i pezzi.
Non si tratta di “semplici” parole e musica, certo ben pensati…no.
C’è qualcosa di più! Perché quando di un album ascolti una dietro l’altra le tracce, quando ti ritrovi un arrangiamento diverso e riscopri i pezzi in una luce, prospettiva diversa, nuova quasi si trattasse di nuova vita…
Quando ascolti e qualcosa, ogni volta, ti sorprende. Beh, signori. Spero tutti i camionisti di sto mondo lascino il volante e si dedichino alla musica!!
“Trattengo il Fiato”, di Daniele Magro, già sulla carta è una poesia meravigliosa.
Emma, con la sua voce potente, graffiante in qualche caso, l’ha resa viva. Le ha dato vita. In questo caso in particolare, un po’ come in Schiena, riesce a sorprendere chi non ha preconcetti o cerume nelle orecchie causato dall’eccessivo orgoglio e mancanza di lungimiranza musicale.
Il video.
Tanto atteso dai fan. Tra l’altro coinvolti nella registrazione fatta ad Urbino, in un teatro, non uno a caso, ma il teatro Sanzio. Un teatro che solo entrandoci, respirando la sua storia si rimane rapiti dal significato di un palco…
Ecco, qui Emma, senza troppi effetti, senza esagerazioni cinematografiche, senza trucchi e senza inganno….qui Emma ha raccontato la sua storia, la storia di tutti, tutti quelli che “Trattengono ancora il fiato emozionati da un’emozione”

20140211-110503.jpg

Brava Emma. Bravo Orazio Grillo che ha creduto e puntato su di te. Brava la produzione e la fotografia.

Pi.eR.

Annunci

4 pensieri riguardo ““TRATTENGO IL FIATO” di EMMA MARRONE”

I commenti sono chiusi.