50 SFUMATURE DI BROWN – Emma Marrone e la sua “SCHIENA”

20140328-085055.jpg

09 Aprile 2013- una data che ha dato una svolta ad una carriera già di per se incredibilmente luminosa.
C’era attesa quel giorno. Le prevendite lo avevano già chiarito. Nell’aria di una primavera ritardataria, si respirava invece la nascita completa di un “fenomeno” che di casuale ha davvero poco.
Il 22 marzo 2013, già da lì si capiva che qualcosa stava cambiando. La strada era quella giusta. Quella di mettersi in gioco e giocare davvero, a carte scoperte, senza timori, paure…nudi. Con se stessi alla vista di tutti.
22 marzo ’13 esce in anteprima il primo singolo di un disco, che avrà da raccontare la sua storia AMAMI , si comprende da subito che la musica è cambiata.
La visione di un’artista, vista fino a quel momento più come un fenomeno passeggero, figlia di un reality, di opportune macchinazioni commerciali, dimostra, grazie alla produzione di un grandissimo “Coach” ( mi diverte definirlo il Mouriho del rock, ora proprietario della produzione dal nome Brando Music Srl in accordi sempre con la Universal Music ) BRANDO (Orazio Grillo) che questa sarà la svolta..
Oro e poi platino… Ma è solo l’inizio..
Si perché poi appunto il 9 aprile 2013 un anno fa esatto oggi, esce SCHIENA

20140328-091136.jpg e per le successive 50 settimane, regala ai suoi fan un susseguirsi di emozioni.. Dopo solo 3 settimane è disco d’oro, a dicembre viene certificato doppio disco di Platino con 120000 copie vendute! Tutto merito di un disco ben fatto, ottimamente arrangiato.. Con brani all’interno unici ed emozionanti. Vedi ad esempio la grazia, l’eleganza i contenuti di canzoni come SCHIENA scritta e composta dalla bravissima Alessandra Naska , oppure TRATTENGO IL FIATO di Daniele Magro , anche qui una perla che quasi fa riscoprire Emma ai detrattori, coloro che l’hanno sempre additata come un’urlatrice, o un camionista provvisto di microfono al posto del clacson…
Ma è solo l’inizio… Con l’uscita a Novembre 2013 del SCHIENAvsSCHIENA, Emma Marrone fa davvero il suo salto di qualità più bello!! Regala anche ad un pubblico più attento sfumature di colori in musica, che sanno emozionare, cambiano la sostanza delle note, cambiano il senso, quasi, di certi concetti musicali presentati in quello che alla fine era solo l’embrione di un disco nuovo.
Così, con questo nuovo lavoro, esce un nuovo brano. IL brano.
LA MIA CITTÀ scritto da EMMA con arrangiamenti curati da BRANDO e FERRAGUZZO. Sarà questa canzone, che porterà l’artista Salentina a confrontarsi a testa alta con l’Europa il 10 Maggio 2014 ALL’ EUROVION SONG CONTEST.
Così, 50 sfumature di Brown. Settimane con sfumature sempre diverse, tra tour, premi, consensi, critiche, sempre più rare, sempre più pilotate… Ma 50 sfumature sempre a testa alta. Sempre tra la top10 e senza mai andare oltre il 16 posto nella classicica ufficiale FIMI. Cinquanta sfumature che oggi 28 marzo 2014 valgono ancora la posizione 14 in classifica, nonostante le molte nuove entrate, ed oltre 150000 copie vendute. Così che la matematica non è mai un’opinione…
Tutto questo grazie ad un’artista e chi l’ha supportata. Così che noi, diciamo a questo quadro, con tante sfumature e colori eleganti ed emozionanti..
“IL MEGLIO….DEVE ANCORA VENIRE.”
Auguri Schiena! Auguri Emma!!
PIER CHIKEN
O

Annunci

Mai come oggi

Una persona che mi Sa sempre emozionare! Una donna unica…lo vedi e lo senti. Ciò che scrivi, alla fine è ciò che siamo!

Affy

Mai come oggi ho aspettato che arrivasse la notte.

Perchè era notte quando io e te passeggiando abbracciati stretti arrivavamo in quella spiaggia dove i pescatori arrotolavano le loro reti, le nasse pronte per essere gettate a mare. E poi ami e fili da pesca, pezzi di sughero, lunghe corde bianche attorcigliate.

Sulla sabbia frammenti di conchiglie e decine di granchi morti senza più le chele.

Ci sedevamo su una vecchia barca celeste e bianca, umida di brina, con legno e fasciame pronto a sostenere il nostro peso. La luna galeotta, ora piena ed ora a falce, sentiva risa e parlottii sommessi. Silenziosa regalava una luce che sembrava una carezza, c’infarinava e poi ambigua ci strizzava l’occhio, spandeva raggi blandi su di noi e sulle onde che lambivano la riva.

C’è una canzone di De Gregori che parla di un ragazzo che ha paura di tirare un calcio di rigore.

View original post 140 altre parole

RIGUARDO E RISPETTO

20140326-111322.jpg

E nasconde si nasconde
Si dilegua e si riprende
Del suo volto nel suo cielo
Non ha luce ha un mondo intero
E la notte fatta giorno
Dai sorrisi che per sbaglio
Danno luce a chi nell’ombra
Ha vissuto
È stato lì…

Soffia sul fuoco
Soffiaci adesso
Non dare ragione riguardo e rispetto..
Fai del tuo spirito l’ombra che abbatte
Fatti più grande …fatti un gigante..
Soffia il disprezzo per chi non Sa ancora
Non ha più parentesi, spazio ne ora..
Vola nel tempo
Vola più in basso
Ed è nell’ombra
Il solo ricatto…

E nasconde, si nasconde
Sta nell’ombra non si prende..
Non lo vedi ma è li, ed esiste..
Sembra sparito
Ma appare alle spalle,
E si nasconde, negli angoli bui..
Cerca riparo nei giorni già suoi
Perché ha rapito…
Perché ha rubato..
Ha già nascosto, ucciso eclissato..

Soffia sul fuoco
Soffiaci adesso..
Dammi ragione, inganno, sospetto..
Dammi la notte di quella sera..
Dammi l’amore che taglia e avvelena..
Bevine il mosto…fattelo tuo
Prendile il cuore, e fattelo tuo,
Non devi chiedere
Solo pretendere…
Soffia sul fuoco
Usa il tuo gioco..
Trova l’inganno e sarà tua..

Senti che batte un lieve sospetto..
Soffia la pelle e brividi da…
Chi ama per gioco ha l’asso perfetto..
Quello del cuore, rapito a metà..

PAROLE…MAI SCRITTE

Le lettere, parole che ho mai scritte,
Carezze disegnate sulla pelle … Tua
Disegni di un’artista per amore,
Tracce dalle briciole di un cuore..
Prendi le mie mani e falle tue,
Nuota nel mio mare senza meta,
Prendi le mie mani, toccati le onde,
Prova quelle briciole di attimi di gelo..
Lettere, parole che ho mai scritto,
Solo di un momento, fatto mio..
Mentre il calamaio del mio tempo,
Scrive solo, non lo dico io..
Ho scritto indelebile una fine,
Che inizio poi, non è stato mai,
Ma è bello a volte, perdersi a nuotare,
Sapendo poi, il rischio di annegare…
E bello, scrivere di un tempo..
Parole dette a un cuore…
Ch’è sordo…meglio così.

20140326-090932.jpg

PERCHÈ …qui

20140324-172739.jpg

Ecco di nuovo qui che ti prendo
Mentre lo scopo di un giorno scordato
Suona il rintocco
Sa già di un’ora
Strada interrotta, fatta di un fiato..
Mentre lo guardi, quello che vuoi,
Mentre ti chiedi, se è ciò che sei..
Tante domande, in poche risposte,
Date e lasciate, ma poi mai scordate..

Perché…qui,
Qui si decide poi cos’è la vita,
Qui si decide se ne val la pena..
Perché ….qui,
Non conta solo ciò che noi speriamo/
Non è soltanto pelle a pelle nel buio,
Ma sono attimi di eterno nello spazio di un tramonto, fatto luce fatto giorno fatto a te..
Ma sono briciole di un mare di tempesta nel tuo letto,fatto notte quella sera,colpa tua

Eco la vita, nelle lacrime versa,
Voce lontano ripete da se,
Io lo sapevo, io lo volevo, io l’ho cercato trovando il suo se..
Ma è paura, di ricadere…quella paura di tornare a vedere
Indifferenza, uso e mai amore
Quella paura di stare a soffrire
Quella paura di cadere e poi farsi male..

Perché…qui.
Conta ora …tu chi sei.

IL SOSPETTO

20140311-092116.jpg

Buio, hai buio tutto intorno
Non vuoi leggere sei sordo
Prendi fiato per parlare
Ma sai solo giudicare
Tutto intorno è vuoto informe
Per l’invidia del sospetto
Fatta solo ad esaltare
Un indomito se stesso…
Tutto è vero, tutto è buono
Solo quello che per te
Da ragione al tuo sospetto
Che ragione vuole per se
Nell’arsura di ragione
Ch’è bruciata dentro te..
Tutto è buono, tutto è vero
Ma soltanto fino a che
Dai ragione al mio sospetto
Prendi atto delle colpe
Vere o finte, non importa…
Sono tue, l’ho detto IO..

La corda che vorresti addosso

Legami… Di solito una richiesta strana questa. Sa quasi di sadomaso..
Legare qualcuno il più delle volte indica renderlo prigioniero, impedirne i liberi movimenti. Si diciamo Sa proprio di prigione più che di libertà.

Vista così potrebbe davvero apparire una verità assoluta. Chi è legato, non è libero!
Ma riflettevo. Un legame a volte rende più che liberi!
Il legame dell’amicizia ad esempio! Su cosa si fonda?
Personalmente ho sempre creduto che l’amico,vero, sia colui che si lega al tuo cuore in modo così profondo da provare amore per lui.
Questo amore è puro…senza adulterazioni, rende sinceri, liberi di esprimere il propri stati d’animo le proprie paure i propri desideri ,sogni, aspirazioni..
Rende liberi!!
Certo, legati ad una persona così, ci si sta alla grande!
È anche vero, che quando questo accade tra un uomo ed una donna, il confine tra amore-amicizia e amore-Amore… diventa davvero difficile da decifrare! Ma non impossibile!
Un’amico, ha a cuore sempre il bene e l’interesse dell’altro. Non giudica, magari consiglia. Non è geloso, anzi è felice quando l’altra persona allarga ed evolve le proprie conoscenze perché sarà un arricchimento per entrambi. Sa essere di vero conforto nei momenti più bui, perché dare conforto è il modo migliore per innalzare la propria anima sollevando quella altrui.
Un amico è pronto a dare senza pensare di ricevere. Un amico è…
Qualcuno può dire: “pare tu abbia descritto l’Amore tra due persone senza parlare di sesso”.
Ma è questo il punto. La corda che vorresti addosso, che a
Sappia legare senza stringere, ma solo per sorreggerti e liberarti dall’incubo del vuoto più assoluto….si l’Amorcizia.
Il legame tra due amici è Amore…quello che rende liberi di dare, senza sporcarsi con inutili egoismi.

#Buonavita

20140303-094030.jpg