Ciò che possiamo essere

Sono sempre meno le persone che anche qui trovano il tempo di soffermarsi e leggere un pensiero, qualche strofa, un pensiero al quale mancano le note, ma in fondo è musica in se…
Troppo presi indubbiamente dai vorticosi pensieri giornalieri.
Quelli che stanno eclissando anche me. Pensare che ero un vulcano di idee, mi sognavo le rime, ed ero poi in grado di tramutale in qualcosa che almeno per qualcuno aveva un senso.
Ormai tutto ci spegne. E noi lasciamo avvenga…
Una volta avevo un sogno. Una persona mi disse: ” il sogno, se non ti impegni a renderlo realtà, resterà, sarà sempre un sogno. Realtà di una notte, fumo nel giorno di un’alba, che la nebbia e la sua foschia dirada veloce!”
Già, assurda la vita vero!?
Eppure oggi, ciò che conta, non sono mai i contenuti. Per nessuno!
C’è chi si illude basti apparire macio, bello, avere la popolarità necessaria….ma sono tutte cose che oggi hai e domani nessuno ricorda!
A cosa serve avere contenuti quindi?
Me lo chiedo… In fondo ciò che vuole la gente è solo la leggerezza di una battuta.
A chi è arrivato sino a qui, a leggere questo mio breve scritto, dico bravo!
Non contiene sino ad ora nulla di sensazionale o eclatante, magari nemmeno poi….
Ma ciò che conta in uomo o donna che sia è la capacità di saper discernere ciò che realmente è importante! Quello che davvero conta.
Nulla di ciò che abbiamo intorno, destinata a passare rapidamente ha vero e duraturo significato. Nulla!
Noi passiamo, ed anche il nostro ricordo.
La nostra impronta quindi… È ciò che potremo essere.

20140424-154406.jpg

UNA LACRIMA, E DENTRO IL TUO VOLO

20140418-095748.jpg

Su quel palco la vita che hai sotto
Tanti occhi che il cuore ravviva,
Ti ci impegni, dai tutto te stesso,
Per un attimo di eterna gloria..
È la voce non solo quello,
Sono note che lanci nel vuoto,
Particelle d’un quarto che eri,
che hai dato a chi non sapevi..
Darti amore, denaro e rispetto,
Darti affetto che l’anima ancora..
Non Sa dire, non riesce a gridare,
Per un salto felice che ora, sai guardare e mai più scordare,
Prendi fiato e respiri piano,
Quell’istante che ti vive in pelle,
Accarezza in un’attimo eterno
Le paure che avevi e che ora..
È il coraggio assurdo e ribelle, che ti spoglia per darti ancora,
Darti un’ora, un giorno, un per sempre, come l’attimo ch’è mai scaduto,
E tu lì, sopra quel palco..
Prendi gli occhi e ti vesti di loro,
Per provare ancora il coraggio,
Di riprendere ancora quel volo..
E regali sorrisi ai passanti,
Senza mai calcolare gli sputi,
Dell’invidia di chi non ha nulla, perché intendo a guardare se stesso,
E Deforma lo specchio, e si finge, ciò che è il nulla che era..
Su quel palco la vita che hai sotto..
È riflesso di quello che ora, chi ti ha dato, fama e rispetto,
In quel fremito ci vive ora..
Fai l’amore con tutto te stesso
Con quei cuori che grandi hai appresso…
E vorresti che fosse per sempre, inchiodando quel tempo scaduto..
Ecco è il palco…ritorna il silenzio,
Tutto tace, sei nudo e te solo..
Poi ti volti e guardi perplesso,
Una lacrima, e dentro il tuo volo..

DENTI – DI ALESSANDRA NASKÁ

20140403-112450.jpg

ALESSANDRA NASKÁ

Una giovane autrice Alessandra NASKÁ (Alessandra Merola)
Si è fatta conoscere al grande pubblico per la collaborazione al progetto SCHIENA , ma già apprezzata per altri suoi raffinati lavori, come COS’HAI DI ME, scritto per Manola Moslechi, oppure DIMMI AMORE o la bellissima ed emozionante AMOREVOLMENTE e molto altro ancora. Ecco quindi affacciarsi sul fitto mare di proposte musicali, un artista capace di disegnare e colorare con il semplice uso di parole, mondi interiori, sentimenti veri, esperienze vissute. Il tutto senza mai cadere nella banalità.
Uscito solo pochi mesi fa il suo nuovo lavoro,un singolo DENTI.
Un brano profondo, da ascoltare in silenzio, ad occhi chiusi. Immaginando un viaggio in se stessi, in quelli che sono i desideri più nascosti le delusioni, avute e date. Un acustico con sfumature quasi gotiche… Si un artista non banale. Consiglio un attento ascolto.

Pier

Notte

20140414-095210.jpg

Ecco la notte cattura i miei sogni
Ingoia nel nulla e non li riveste
Nuda nel buio si ferma a ballare
Con quel sorriso mi vuole ingannare
Prende i pensieri e li rende neri
Come la pece, li rende veri
Con la sua arte me l’incolla addosso
E della vita si perde il colore
Poi arriva lei
Ti salva dal nulla
Lava dal nero, dipinge colori
Poi arriva lei e ti accorgi che il gioco
Non è la notte
Ma ciò che vuoi.

DUE FIGURE, DUE SPERANZE

20140410-164628.jpg

Guardo andare camminando
Due figure due pensieri
Rivestite di speranze, quasi nudi, tanto veri
Mentre gridano l’amore, ch’è gettato tutto al vento
Solo fiumi di parole, in cui mai potrai nuotare,
Guarda bene nel suo tunnel
Fatto luce di speranza
Rivestito di pazienza, di fiducia, di costanza..
Due figure, due pensieri
Abbracciate già al domani
Gettate nella vita, di chi finge e non ha mani,
Son sfruttati son derisi, sono vittime di chi..
Ha giocato e perso a poker, tutto ciò che suo non era..
Due figure, due speranze, abbracciate nel domani,
Sono belle, sono forti, sono mie già le tue mani…
Prendi gli occhi del futuro e dipingine orizzonti…
Per guardare più distante, per dar vita ai nostri sogni,
Due figure due speranze, abbracciate strette, strette..
Che sorridono alla vita…
Perché in fondo, vita è in se.

Un anno di blog

Sono più grande
Sono più grande

È passato un anno!! Eppure sembra ieri…
Grazie a tutti voi.. A tutti voi che avete avuto la pazienza e il cuore di unirvi a me in questo viaggio personale.
Ho cercato in questo anno, di regalare piccole parti di me. Belle, brutte, non lo so.. Ma mie.
Ho tanti sogni, speranze. A volte mi chiedo se sto facendo abbastanza per conseguirle, o se davvero è poi ciò che voglio davvero!
Ma un grazie a voi, lo devo con tutto me stesso!!
Alcuni davvero li ho sentiti vicini. In periodi difficili, con pensieri anche in bilico, tra realtà e fantasia.

Vi abbraccio tutti! Perché tutti voi avete contribuito in qualche modo a far crescere ciò che sono.

A presto cari!! Sempre e comunque…. WlaMusica

UN BRIVIDO..UN ATTIMO

20140406-074221.jpg

A caso ho camminato, nel sentiero di
Di questa vita….Mia
A caso ho ricercato anche quel senso di, felicità
Briciole dense d’attimi, la vita che,
Ti sfugge e cerca dentro un brivido,
Cerca la polvere persa dai dettagli che
Hai perso e mai saputo cogliere..
A caso ho dato un senso al mio essere
Sempre distratto dal domani
Senza mai cogliere e prendere
Prendere a cuore, le tue mani
Ancora un brivido..ancora un’attimo
Ancora dimmi che non conta
Se quella strada è piena di mediocrità
Se sono un uomo che non conta
Tra lacrime che il tempo ci disegna qui
Qui, come un ritratto
Sbiadito e perso tra cornici che
Che ogni vita ha intorno..
Ancora un brivido..ancora, ancora un’attimo
Solo per dirti che ti amo
Solo per fondere piano dentro gli occhi tuoi
Tutto ciò che sono e che tu mai.. Tu capirai,
Ancora un brivido, ancora, ancora un’attimo
Nel panorama intorno che ci sta cambiando
Scorre veloce e fonde i colori che
La vita ci può regale..
Prendimi ancora tu, prendimi un attimo
E cancelliamo ora dentro un brivido..
Il nero d’un tramonto spento e..
Accendiamo adesso il nostro eterno noi,
E diamo vita al suo domani..

>