A volte la sera

– A volte la sera regala colori
Disegni alquanto astratti
Diluiti tra i miei sogni-
A volte la notte
Regala sentimenti
Che scordi presto o tardi
Ma scordi….
Tra la luna di un sorriso
E lacrima
Di un cielo, sul volto che va via.

DUE BOCCHE SU DI UN SE

20140625-150130-54090272.jpg

Ecco di nuovo qui che ti prendo
Mentre lo scopo di un giorno scordato
Suona il rintocco
Sa già di un’ora
Strada interrotta, fatta di un fiato..
Mentre lo guardi, quello che vuoi,
Mentre ti chiedi, se è ciò che sei..
Tante domande, poche risposte,
Date e lasciate e poi mai, davvero davvero scordate..

Perché è..qui,
Qui si decide la vita,
Qui si decide se ne val la pena..
Perché ….qui,
Qui Non conta sperare/
Non è soltanto pelle a pelle nel buio,
Ma sono attimi di eterno nello spazio di un tramonto, fatto luce fatto giorno fatto a te..
Ma sono briciole di un mare in tempesta nel tuo letto,fatto notte quella sera,colpa tua

Eco la vita, nelle lacrime versa,
Voce lontano ripete da se,
Io lo sapevo, io lo volevo, io l’ho cercato trovando il suo se..
Ma è paura, di ricadere…quella paura di tornare a vedere
Indifferenza, uso e mai amore
Quella paura di stare a soffrire
Quella paura di cadere e poi farsi male..

Perché…qui.
Conta ora …chi sei
Per dare luce all’ombra che c’è
Per regalare una brezza d’estate
Quella paura di tornare ad amare
Te
Soltanto te
E solo e soltanto per un se
Ma sono attimi di eterno nello spazio di un tramonto, fatto luce fatto giorno fatto a te..
Ma sono briciole di un mare in tempesta nel tuo letto,fatto notte quella sera,colpa tua
E sono i brividi d’amore mai raccolti
Lasciati qui casaccio
Su di un letto troppo grande da vivere da soli
Solo
Se soli, io e te.

Non solo palle

BluTrasparente

l’insostenibile incapacità di essere un popolo civile

Siamo un popolo che si prende per gioco, ma non sa nemmeno giocare sportivamente. Una grande vergogna, e siamo anche molto stupidi se i più pensano che abbiamo perso per via di un morso: di certo non sportivo come gesto e condannabile, ma non giustifica le offese inaccettabili, tra l’altro, ancora una volta indirizzate alle donne, in maniera gratuita e pesante. Il problema non è una palla o il mondiale. Il problema è civico e culturale. Siamo un popolo che non è in grado di vivere sportivamente un evento, di lasciarsi andare anche alla goliardia sportiva senza attaccare pesantemente gli altri tirando in mezzo ebrei, donne e offendendoli. La realtà delle cose è che abbiamo giocato male, ma come sempre i più necessitano di identificarsi come vittime, capri espiatori accentuando morsi, arbitri poco oggettivi, senza mettere in discussiona una squadra pagatissima che per…

View original post 149 altre parole

È COSÌ CHE MI SEGNO – by Pi.eR

20140613-101341-36821886.jpg

Nel buio di una notte senza fiato
Timida persino a respirare,
Mi prendo e rivolto il mio passato
Strada senza un senso…rimorso che ho scordato.

È così che mi lego, una fiamma sottile
Tenue luce che ha spento, le mie tenebre in me..
È così che il domani, fatto con le mie mani
Sia uno spazio infinito…ma sia pieno di te.

E così che mi segno, una strada maestra,
Che mi insegni il cammino
Che ho trovato e mai persa
Io errore infinito, sono il riso ed il pianto,
Ma ne sono ormai stanco
Non lo so fare più…

Io che perdo legandomi ai tuoi occhi,
Ma è la vita, non è gioco di specchi..
Io che perdo, se penso a ciò che provo
Io da solo.. A ridere di me..

Nel buio, di una notte senza fiato..
Nel sogno di un pianto, ci avevo sai sperato..
Ma nulla, comanda quella fiamma…
Se brucia, ti scotta e non riscalda…
Se brucia lascia il segno
Il solco, la tua via.

SENZA NOTTE- by Pi.eR

20140613-095520-35720724.jpg

Suona qualcosa
Una musica nuova
Qualcosa accompagna, parole mie
Sono espressioni che vorrei gridare
Sono parole di getto di un cuore
Emorragia, di suoni e pensieri
Scorrono e versano ciò che sei tu
Tu…quel sorriso ch’è un tramonto la sera
Lo vivi ogni attimo, sperando non passa
Mentre la notte spegne i colori
Accende le voglie, i suoi sapori
Musica nuova, suonata al tuo corpo
Tu lo strumento, io che l’accordo
Senza la notte, non si può più amare
Guardami ora, io posso suonare.

E NON SONO PIÙ TU – by Pi.eR.

20140613-085921-32361645.jpg

Ogni giorno mi specchio è la mia verità
Sento quello che intorno, sento ciò che non va
Sempre pronti a sparare
Sempre a dire e mai fare
Solo a criticare..sparlare..sparlare..

Fatti fare una vita..che sia tua e non copiata
Fotocopia il sorriso e poi appendilo li…
Sulla maschera tetra ….di una commedia greca..
Di cui sai già il finale, prima di cominciare..

Tante false speranze, tanti finti ti amo
Solo rose che il tempo ha reciso dal ramo
Opportuni ricordi, dati in pasto agli ingordi
Solo per apparire..!
solo per rifiorire..tu..!
Ora vedi lo specchio, è la mia verità,
Sono quello che sono, io non sono a metà.
Prendo fiato e poi rido..mentre sfido te dico…

Fatti fare la vita…e rileggi il copione
Io non sono di parte, e nemmeno nel film
Le battute perfette, le tue frasi mai lette
Fatte solo al tuo gioco,
Del tuo gatto col Topo..
-ma tu ormai…non mi prendi…io non ci sono più..
Sono ombra e riflessi
Sono io e non più tu.

COGLIERE IL TEMPO

20140601-081232-29552533.jpg

Cogliere,
Attimi,
Frammenti di terre, lontane da noi
Cogliere,
Fremiti,
Inverni che hai dentro,
abbracci di gelo, brividi blu.
Mi accorgo del passato
Le strade che ho percorso
Le orme sul sentiero
Seguite, ma non torno,
Ho colto della strada
Perfino il non ritorno,
Particolari audaci
A volte troppo brevi
non fotografati,
Perché troppo veloci
Perché troppo sfocati..

Ho colto nei miei passi
equilibrio incerto
Di bimbo che il cammino
È tutto una scoperta
È tutta una scommessa..

Cogli il tuo fiore
petali dolci
Perché chi sei
Lo vedi dagli occhi
Prendi del mare, tutte le onde
Son come te, mai sono ferme,
Della tua vita, godi il colore
Tutto il colore, grigio compreso
Cogli l’odore,
L’odore del tempo,
Cogline il senso e la sua forma,
Cogli il tuo fiore…..
Tienilo lì.

Così nei ricordi
Sei dolce perfetto
Sei come confetto d’un bimbo goloso,
Fiore che al petto mi sono appuntato
Ho colto l’attimo, non è passato
Risvegli stagioni
Che credevo perse
Ritorna a sbocciare
Un fiore reciso
Ho colto la linfa
Nel tuo sorriso
Ho colto calore, dentro il tuo abbraccio

Ho colto attimi
Frammenti di vita
Ho colto attimi, in fondo è la vita
Ho colto il tempo
In ogni sua forma
Tempo che mai, io più buttero’….

Non farlo tu…..
Diamante perfetto,
Mentre qui in torno son solo zirconi
C’è chi ama quelli
Perché nella vita
Ha perso il valore, delle cose vere!
Coglimi dolce…
Tu vino perfetto
Il tempo è passato?
Sei ancora più bono.